Baja California – Avventura e Balene 2020

“Il Deserto che Vive”, così può essere identificata la Baja California, regione ai confini di un mondo che è riuscito a mantenere intatta una propria personalità imprevedibile e selvaggia come la natura che la ricopre e che la circonda. In grado di offrire offre al visitatore uno spettacolo unico con la quiete dei suoi deserti di cactus, le spiagge senza fine, i colori unici del mare, le balene, i leoni marini, i delfini… e ancora, le incredibili formazioni rocciose, il cielo limpido ed azzurro, la grande varietà di uccelli …
Forse neppure Cortes, quando la scoprì nel 1533, aveva mai visto un posto come la Baja California. Il lungo dito desertico che si protende nell’Oceano Pacifico è la seconda penisola del mondo: 1200 chilometri di pura metafisica. Sabbia, montagne e mare color cobalto. I cardones si stagliano contro la sierra, pungenti sentinelle vegetali a custodia di un paese dalla luce accecante e dalle acque turchesi. Le dune sabbiose che si stendono bianche e infinite fino all’orizzonte conducono a un mare, in cui sono ancora possibili incontri senza tempo. I leoni marini guizzano veloci e inoffensivi presso la scogliera di Los Islotes. Scivolano accanto a voi, vi osservano incuriositi, poi si tuffano nelle acque cristalline verso il profondo blu. Si riparte verso le missioni gesuitiche nel cuore della sierra, si attraversano distese di palme da dattero, il sole si tuffa nel Pacifico: siete in mezzo al nulla e non immaginavate quanto fosse bello! Ma è nelle profondità dell’Oceano che si cela la meraviglia più grande. Ogni anno, da gennaio ad aprile, in queste tiepide acque accorrono migliaia di balene grigie che giungono dall’Artico per riprodursi, creando uno degli ultimi santuari naturali della Terra.

LA BAJA CALIFORNIA e LE BALENE

Creature straordinarie che più di altre possono darci un’idea di quanto sia meravigliosa e sorprendente la natura. Il romanziere Melville aveva costruito un mondo attorno alla figura di Moby Dick, ma anche la Bibbia e altra letteratura ci danno numerosi riferimenti a personaggi mitici che vivono nel “ventre di balena”. L’osservazione delle balene spinge ogni anno migliaia di persone a spostarsi da un capo all’altro della terra, per non rinunciare all’emozione di uno spettacolo unico. E la Baja California offre alcuni dei posti più belli del mondo in cui vivere un’indimenticabile esperienza a diretto contatto con questi incredibili cetacei. Ogni anno, infatti, le balene grigie compiono una migrazione anche di 10.000 km per spostarsi dal Mare di Bering, dalle coste dell’Alaska e della provincia canadese della British Columbia, fino alle tiepide acque della Baja California. Possono essere avvistate pressoché ovunque lungo la costa pacifica, ma il vero spettacolo e di gran lunga il più emozionante è quello di poterle vedere da vicino, navigando nelle varie lagune, veri e propri laghi salati, dove le balene stesse decidono di soggiornare con piacere. Se si esce in mare in cerca delle balene, da gennaio a marzo, si può star certi che in Baja California non si avranno delusioni. E la stagione delle balene, se il clima è propizio, può prolungarsi anche fino a metà aprile. Il governo messicano è molto attento e impegnato nella salvaguardia delle balene nonché nel monitoraggio dei flussi migratori, ricevendo per questo anche riconoscimenti a livello internazionale. I migliori luoghi d’avvistamento, da nord verso sud, sono la Laguna Ojo de Liebre, la Laguna di San Ignacio e la Laguna di Bahìa Magdalena, che offrono ai cetacei un ambiente ideale in cui accoppiarsi, dare alla luce i piccoli e allevarli. In genere per andare ad avvistare le balene in queste lagune si affitta una imbarcazione per un tempo di 4/5 ore, tenendo bene a mente che la temperatura al mattino durante la navigazione nel Pacifico richiede un abbigliamento appropriato. La Laguna Ojo de Liebre, immediatamente a sud di Guerrero Negro è il luogo in cui statisticamente si concentra il maggior numero di balene. La Laguna di San Ignacio, anch’essa molto frequentata, è probabilmente il posto più incantevole e suggestivo. Altrettanto suggestiva, nel sud, la laguna di Bahìa Magdalena.

Il percorso

IMPORTANTE:
Proponiamo un’esperienza unica nella Laguna San Ignacio, sede temporanea di un gruppo di biologi che tutti gli anni si riunisce per studiare le balene presenti.
È previsto il pernottamento in campo tendato e due navigazioni in barca a motore: qui i cetacei non temono l’uomo e si avvicinano alle barche al punto di lasciarsi accarezzare.
Il resto del viaggio prevede il pernottamento in Hotel tra i migliori disponibili e trasferimenti con mezzi fuoristrada a seconda del numero di partecipanti.

CAMPO TENDATO ECO CAMP KUYIMA,  Laguna San Ignacio – Informazioni importanti:
– Il pernottamento all’ecoturismo Kuyima è previsto in tende igloo a grandezza d’uomo, corredate da due brandine con materasso, sacco a pelo, lenzuolo e cuscino.
– Il campo è attrezzato con servizi e ristorante in muratura; è consigliabile portare con sé una pila ed un asciugamano.
– Per le notti al campo è prevista solo la sistemazione in tenda doppia.
È prevista la presenza di una guida/accompagnatore parlante italiano.

Il Programma

1° giorno – Italia / Città del Messico
In serata, partenza da Milano con voli di linea per Città del Messico. Pasti e pernottamento a bordo.

2° giorno – Città del Messico – La Paz

Arrivo all’aeroporto Juarez di Città del Messico e proseguimento con volo di linea per La Paz. Arrivo all’aeroporto di La Paz, capitale della Baja California Sur, presto al mattino, disbrigo delle formalità doganali e incontro con un rappresentante locale (nella hall degli arrivi internazionali).
Trasferimento in Hotel e sistemazione nelle camere riservate (early check-in incluso). Tempo libero a disposizione per relax dopo il lungo volo internazionale.
Possibilità per chi lo desidera di effettuare un’escursione snorkeling per l’avvistamento dello squalo balena (prenotazione e pagamento in loco).
Nel pomeriggio visita al “Museo de La Ballena” di La Paz, che fa da introduzione al mondo marino della Baja California. Rientro in Hotel. Pernottamento.

3° giorno – La Paz: Isola Espiritu Santo
Prima colazione in Hotel. In mattinata imbarco alla volta dell’isola Espiritu Santo, un’incantevole isola desertica circondata da spiagge di sabbia bianca, dove costeggiando innumerevoli baie turchesi, presso la scogliera de Los Islotes, si potrà nuotare nelle acque cristalline in compagnia di “un’amichevole” colonia di leoni marini che vi risiede tutto l’anno (l’attrezzatura per lo snorkeling verrà consegnata direttamente in loco).
Pranzo pic-nic sulla splendida spiaggia di Ensenada Grande. Al termine dell’escursione, rientro in Hotel e tempo a disposizione per relax e/o attività individuali da regolarsi in loco. Pernottamento in Hotel.

4° giorno – La Paz – Loreto
(Km 429)
Prima colazione in hotel. Si viaggia in direzione nord su strada asfaltata lungo la “Carretera Federal 1” per raggiungere la città di Loreto (360 km – circa 5 ore), prima capitale delle Californie per 133 anni durante il dominio spagnolo. Fu il Padre gesuita Juan Maria Salvatierra che si occupò della costituzione del pueblo dove oggi sorge la città di Loreto. L’atmosfera che si respira oggi è quella tranquilla e rilassata di una piacevole località di mare.
Pranzo in ristorante locale lungo il percorso.
Nel pomeriggio, visita alla Missione di Nuestra Senora de Loreto, prima missione delle Californie, eretta nel 1697 da Padre Salvatierra. Nel 1829 la chiesa subì gravi danni a causa del maltempo e fu progressivamente abbandonata. Successivamente un violento terremoto ne distrusse la torre campanaria. Quello che si può ammirare oggi è frutto di anni di restauro. La missione ospita oggi il Museo delle Missioni, che conserva oggetti religiosi del XVI e del XVII secolo. Trasferimento in Hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.

5° giorno – Loreto – Santa Rosalia (Km 197)
Prima colazione in hotel. In mattinata, stupenda escursione (35 km circa) risalendo il canyon fino ad un pittoresco paesino dove, a 450 metri sul livello del mare, alberga una delle più belle missioni della rotta gesuitica: la Missione di San Francisco Javier, nel cuore della Sierra de la Giganta. Furono sempre i gesuiti a iniziare la costruzione di questa seconda missione, intorno al 1699 e si dedicarono alla conversione della popolazione indigena locale, insegnando loro a coltivare la terra e a filare la lana. La chiesa, in stile barocco, fu costruita con pietra lavica scura recuperata dal torrente Arroyo de La Purisima, che scorre nelle vicinanze. Fu poi abbandonata intorno al 1817. Al termine, proseguimento sulla strada asfaltata che, dapprima si snoda nel deserto disseminato di cactus, i famosi cardones (cactus giganteschi), poi costeggia Bahìa Concepciòn che, con le sue innumerevoli baie, accompagna fino all’oasi di Mulegè e al suo corto fiume, che scorre tra migliaia di palme da dattero.
Pranzo in ristorante locale lungo il percorso.
Visita alla sobria Missione di Santa Rosalia de Mulegè (XVIII Sec.), costruito dalla confraternita gesuita su una piccola altura, dalla quale si gode di un meraviglioso panorama immerso una distesa infinita di palme. Proseguimento per la città mineraria di Santa Rosalia, le cui vestigia di ricco passato minerario portano indietro nel tempo, passeggiando per le pittoresche stradine della vecchia colonia francese. Visita della chiesa di Santa Barbara, la “Chiesa di ferro”, il cui progetto fu presentato da Gustave Eiffel all’Esposizione di Parigi del 1889, e dell’antico quartiere residenziale di Mesa Francia dove si potrà ammirare, oltre ad una locomotiva ed altri cimeli dell’epoca mineraria, degli splendidi esempi di architettura coloniale. Trasferimento in Hotel e sistemazione nelle camere riservate. Pernottamento.

6° giorno – Santa Rosalia – Laguna San Ignacio (Km 135)
Prima colazione in hotel. Dopo aver attraversato l’arida zona vulcanica di Las Virgenes, si raggiungerà il villaggio di San Ignacio, seconda oasi della zona e sede di una tra le più belle missioni del secolo XVIII. La missione, detta anche Misìon de Kadakaaman, fu fondata dai gesuiti nel 1728 e costruita con pietra lavica scura. Fu poi contornata da fitte piantagioni di palme da dattero ed agrumi, ma furono i domenicani che fecero costruire la sorprendente chiesa, ultimata nel 1786, che domina ancora oggi la piazza della città. La chiesa, in stile barocco, è sicuramente una delle più belle della Baja California. Al termine, si viaggerà su pista in parte sterrata fino all’accampamento alla Laguna San Ignacio, sede temporale di un gruppo di biologi di diverse parti del mondo che, tutti gli anni, si riuniscono in questo periodo per studiare la balena grigia.
Pranzo nel ristorante del campo e prima uscita in barca per l’osservazione delle balene. Tutti gli anni, in inverno, migliaia di balene grigie emigrano dalle regioni artiche alle calde acque della Baja California, per dare alla luce i piccoli e continuare la magia del ciclo riproduttivo nelle protette lagune del Pacifico. Esperti lancheros, manovrando rapide imbarcazioni fuoribordo, consentiranno incontri ravvicinati con questi pacifici giganti.
Cena al campo e pernottamento in tenda.

*** Le escursioni in barca dipendono dalle condizioni climatiche del momento: sono prenotate 2 uscite in barca, ma potrebbero essere effettuate entrambe il 7° giorno ***

7° giorno – Laguna San Ignacio
Prima colazione al campo. In mattinata, seconda uscita in barca per il whale watching nelle acque della Laguna San Ignacio, dichiarata dal Governo Federale “rifugio naturale delle balene grigie”, dove i grandi cetacei, essendo molto protetti, non temono l’uomo e spesso si avvicinano tanto da farsi accarezzare.
Pranzo nel ristorante del campo.
Nel pomeriggio passeggiata alla scoperta della fauna che vive tra le mangrovie della laguna.
Cena al campo e pernottamento in tenda.

8° giorno – Laguna San Ignacio – Puerto San Carlos/Bahìa Magdalena (Km 490)
Prima colazione al campo. La pista sterrata segue il tracciato della Baja 1000, la mitica gara fuoristrada che attraversa la penisola in tutta la sua lunghezza e, tra i miraggi degli spettacolari salitrales (laghi salati), porta all’immensa baia di San Juanico, alla verde oasi di La Purìsima.
Pranzo in ristorante lungo il percorso.
Poi, su strada asfaltata, si attraverserà la zona agricola del Valle de Santo Domingo per arrivare a Puerto San Carlos, porto da pesca sulla splendida Bahìa Magdalena. Sistemazione in Hotel e pernottamento.

9° giorno – Puerto San Carlos/Bahìa Magdalena – La Paz (Km 277)
Prima colazione in hotel. La mattinata sarà dedicata all’esplorazione dello svariato ecosistema della grande Bahìa Magdalena a bordo di imbarcazioni a motore. Anche se la balena grigia rappresenta la principale attrazione in queste acque, non mancheranno gli incontri con leoni marini, delfini, cormorani, pellicani e falchi pescatori. Si sbarcherà sulla spiaggia bianchissima di Isla Magdalena, nel punto più stretto, per ammirare la maestosa distesa di bianche dune che si estendono fino all’Oceano Pacifico.
Rientro a Puerto San Carlos e proseguimento in direzione sud per La Paz (260 km – circa 4 ore).
Sistemazione in Hotel nelle camere riservate. Pernottamento.

10° giorno – La Paz – Italia
Prima colazione in hotel. In base all’orario di partenza del volo di rientro, trasferimento in aeroporto in tempo utile (almeno 3 ore prima) per la partenza del volo di linea con destinazione Città del Messico. Arrivo all’aeroporto Juarez di Città del Messico e proseguimento con volo di linea di rientro in Italia.   Pernottamento a bordo.

11° giorno – Italia
Arrivo in Italia. Termine del viaggio.

Gli Hotels previsti

La Paz: Hotel Catedral La Paz
Loreto: Hotel La Mision
Santa Rosalia: Boutique Hotel Frances
Laguna San Ignacio: campo tendato Ecoturismo Kuyima
Puerto San Carlos: Hotel Brennan 2*

N.B. gli hotel potrebbero essere sostituiti da altri similari

Date di partenza e quote

11 Giorni – 9 notti
partenze di gruppo
con guida/accompagnatore parlante italiano
minimo 4 – massimo 12 partecipanti

Partenza

quota per persona in Camera Doppia *

Suppl.
Singola

con 4 partecipanti

con 5-6 partecipanti

con 7-8 partecipanti

con 9 partecipanti

con 10-12 partecipanti

 febbraio 2020

3.950

3.600

3.350

3.200

3.200

540

Marzo 2020

3.950

3.600

3.350

3.200

3.200

540

* quote sempre soggette a riconferma alla prenotazione

Trasporto previsto:
– con 4 o 6 partecipanti: 1 Chevrolet Suburban
– con 8 partecipanti: 1 Chevrolet Suburban + 1 Jeep
– con 10 o 12 partecipanti: 2 Chevrolet Suburban

Assicurazione medico-bagaglio-sanitaria: € 98
Tasse aeroportuali e fuel surcharge (da riconfermare): da € 350
partenza da altre aeroporti: quote su richiesta
Quota di gestione pratica: € 70

NOTE:
– Quote di partecipazione: Le quote di partecipazione pubblicate sono espresse in Euro e intese per persona e sono state calcolate in base al cambio valutario: 1 Euro = 1,18 USD
– Le tariffe aeree sono state calcolate in base ad una specifica classe di prenotazione e compagnia aerea, in partenza da Milano. In caso di mancata disponibilità, verranno comunicati i supplementi della classe e/o della compagnia aerea disponibili. È possibile richiedere (con eventuale supplemento) la partenza da tutti gli altri aeroporti italiani.
– Le quotazioni alberghiere sono riferite agli hotel indicati, o similari.
– Una variazione delle tariffe aeree e del tasso di cambio indicato che dovesse verificarsi fino a 20 giorni dalla data di partenza, determineranno una revisione delle quote.
– Sono escluse dalla “quota di partecipazione” le tasse aeroportuali e l’eventuale sovrapprezzo carburante (fuel surcharge). Essendo tali costi estremamente variabili, saranno indicati all’atto della prenotazione e verranno riconfermati all’emissione del biglietto aereo.

Incluso ed escluso

La quota comprende :
• Assistenza all’aeroporto di partenza all’aeroporto di Milano Linate, Milano Malpensa, Roma Fiumicino
• Voli di linea da Milano a Città del Messico e ritorno, con scalo in Europa, in classe economica (in base ad una specifica classe di prenotazione)
• Voli di linea da Città del Messico a La Paz e ritorno, in classe economica
• Trasferimenti da/per l’aeroporto di La Paz
• Trasferimenti e tour come da programma, con mezzi privati (fino a 6 partecipanti un Chevrolet Suburban 4×2 o 4×4; fino a 9 partecipanti un Chevrolet Suburban 4×2 o 4×4 e una Jeep 4×4; fino a 12 partecipanti due Chevrolet Suburban 4×2 o 4×4). Non tutte le vetture sono provviste di aria condizionata
• Una guida/accompagnatore/autista parlante italiano per tutto l’itinerario in Baja California. In caso di due mezzi, secondo autista parlante spagnolo
• Sistemazione in camera doppia standard negli Hotel/campo tendato indicati, o similari
• Trattamento di pernottamento e prima colazione in tutti gli Hotel e di pensione completa al campo tendato (bevande sempre escluse)
• Pasti come indicato in programma (bevande sempre escluse)
• Nr. 1 escursione in barca a motore all’isola Espiritu Santo, incluso equipaggiamento da snorkeling e pranzo pic-nic sulla spiaggia
• Nr. 2 escursioni in barca a motore alla Laguna San Ignacio per il whale watching, come indicato in programma
• Nr. 1 escursione in barca a motore alla Bahia Magdalena
• Mance ai prestatori di servizi (sono esclusi gli autisti e la guida)
• Polizza “Viaggi Rischio Zero”, UnipolSai Assicurazioni
• Guida turistica “Messico del Nord” ed. Polaris (una per camera)
• Kit da viaggio

La quota non comprende :
• Assicurazioni (bagaglio/sanitaria/annullamento, UnipolSai Assicurazioni, Euro 98/156)
• Tasse aeroportuali e fuel surcharge (Euro 350, da riconfermare all’emissione del biglietto aereo)
• Quota gestione pratica (Euro 70)
• Eventuali tasse aeroportuali locali: attualmente sono tutte inserite nei biglietti aerei; potrebbero essere richieste o modificate senza preavviso dalle autorità locali
• Escursioni e visite facoltative, non previste in programma
• Early check in e late check out negli alberghi
• Mance ad autisti/guide
• Pasti non previsti in programma, menù à la carte, bevande, extra di carattere personale
• Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “La quota comprende”.

Torna su